Giovani e investimenti: perché è importante investire fin da giovani?

Lo scopo di questo approfondimento è darti le basi del mondo sopraccitato, facendoti capire, in termini di crescita patrimoniale, che grave errore sia restarne al di fuori.

Spesso infatti c’è l’errata convinzione che tale mondo sia un qualcosa per pochi, probabilmente a causa di certi film che fanno sembrare l’ambiente qualcosa di esclusivo e rischioso. Se per caso hai visto film quali The Wolf of Wall Street o The Big Short, dimentica tutto: questi due capolavori cinematografici sono molto avvincenti e ben strutturati, ma nulla hanno a che vedere con quello che è il mondo degli investimenti.

Cosa si intende per mondo degli investimenti?

Si tratta di trovare un modo sano, efficace e statisticamente probabile di prendere i propri risparmi, pochi o tanti che siano, e allocarli in modo efficace ed efficiente per rivalutarli nel tempo. Ha senso investire in quanto il potere d’acquisto del denaro nel tempo diminuisce per via dell’inflazione.

Cos’è l’inflazione?

L’inflazione è la crescita continuativa del prezzo dei beni nel tempo, che porta nel tempo alla perdita di potere d’acquisto della moneta. Il potere d’acquisto è ciò che posso acquistare con una determinata quantità di denaro, ed è proprio il potere d’acquisto che determina la ricchezza.

Se viene lasciato del denaro parcheggiato sul conto corrente, o sotto il materasso, senza investirlo, il potere d’acquisto del nostro denaro sarà destinato a ridursi per via dell’inflazione.

Negli ultimi 20 anni il potere d’acquisto è diminuito con una media del 2% all’anno quindi, il potere d’acquisto del tuo denaro parcheggiato negli ultimi 20 anni è diminuito di oltre il 40%.

Il primo vero motivo per investire è quindi fronteggiare e battere l’inflazione, ossia non perdere potere d’acquisto sul denaro risparmiato.

Cosa significa investire in borsa?

Investire in borsa significa impiegare del denaro all’interno dei mercati finanziari per acquistare strumenti finanziari che nel tempo vanno ad aumentare il proprio valore.

Cos’è il mercato finanziario?

Pensalo proprio come il più classico concetto di mercato: uno spazio in cui comprare e vendere. Nel caso di mercati finanziari, ovviamente, in tale spazio si comprano e si vendono strumenti finanziari.

Esistono diverse tipologie di mercato, differenti a seconda del tipo di strumento finanziario che si vuole acquistare.

Ora che hai compreso il motivo principale che dovrebbe spingere qualsiasi giovane ad investire, cosa significhi investire e cosa sia un mercato finanziario, andrò a spiegarti alcuni concetti essenziali al fine di aumentare la tua consapevolezza su cosa sia effettivamente la gestione del denaro investito.

Investire in modo efficiente e diversificato nei mercati finanziari può fare la differenza. La crescita del capitale investito dipende infatti dal tipo di investimento che è stato effettuato. L’investitore dovrebbe cercate di massimizzare le probabilità di crescita del denaro nel tempo, riducendo allo stesso tempo i rischi connessi all’investimento. Ma come si fa? Per ridurre i rischi connessi all’investimento, la prima cosa da fare è diversificare.

Cosa significa diversificare?

Non impiegare tutti i propri risparmi nell’acquisto di una singola azione in quanto la responsabilità dei nostri risparmi non può gravare unicamente su una sola azienda. Diversificare significa quindi allocare il proprio capitale in più asset, aree geografiche e settori al fine di diminuire il rischio specifico.

In concreto, anziché investire in una sola azienda italiana, diversificare significa investire in tutte le aziende italiane quotate. A questo punto, la perdita dell’intero patrimonio investito si avrà qualora tutte le aziende italiane fallissero, cosa praticamente impossibile.

Allargano il campo d’azione, per ridurre ulteriormente il rischio di perdere tutti i soldi investiti, si può investire in tutte le aziende più grandi del mondo: in questo caso la diversificazione è massima e la probabilità che tutte le aziende falliscano in contemporanea è praticamente 0.

A questo punto hai compreso che diversificando si può azzerare il rischio specifico, ossia il rischio di investire in una singola azienda.

Come è possibile ottenere un guadagno elevato su un investimento così diversificato?

Proverò a spiegartela in maniera estremamente semplice. Immagina che tutte le aziende più grandi del mondo in cui hai investito facciano parte di un’unica azienda enorme immaginaria: l’azienda mondo s.p.a., azienda come tutte le altre, con la peculiarità di essere presente in tutte le aree del globo e in tutti i settori economici.

Lasciami ora introdurre quali caratteristiche deve avere un’azienda per crescere:

  • Concorrenza bassa o addirittura nulla.
  • Aumento costante di clienti ogni anno.

L’aumento di clienti implica solitamente l’aumento del fatturato e del giro d’affari dell’azienda.

  • Aumento dei consumi.

Ora analizziamo l’azienda Mondo s.p.a, l’azienda immaginaria sopra introdotta, per vedere se ha tutte e tre queste caratteristiche essenziali. Procediamo per punti:

  • Dal punto di vista concorrenza, la Terra non ha concorrenza e di conseguenza non c’è possibilità per un cliente di scegliere un competitor situato su un altro pianeta.
  • I clienti dell’azienda mondo sono i cittadini e la popolazione mondiale è in costante crescita.
  • Gli esseri umani hanno un tenore di vita sempre più alto e quindi i consumi sono in costante aumento.

In definitiva, l’azienda Mondo è sempre cresciuta e continuerà a crescere. In particolare, dati alla mano, questa azienda è cresciuta mediamente del 7% all’anno negli ultimi 100 anni. Crisi economiche, pandemie mondiali e altri fattori che ne hanno rallentato la crescita sono sempre stati superati: la macchina dell’azienda mondo non si può fermare, non può fallire. Il grafico 1 mostra la performance dell’azienda mondo dall’agosto del 2006 all’agosto del 2021 (linea blu).

La crescita costante dell'azienda mondo

Grafico 1 – Performance dell’azienda Mondo - Fonte msci.com

A questo punto avrai capito come impiegare del denaro nell’azienda Mondo potrebbe avere senso e non dovrebbe farti paura come inizialmente poteva fare l’idea di “giocare del denaro in borsa”. L’azienda Mondo potrebbe permetterti di rivalutare i tuoi risparmi nel lungo periodo e anche di battere l’inflazione.

Come si fa ad investire in tutte le aziende più grandi di tutti i paesi del mondo?

Ci sono tre possibilità:

  • Acquisto di tutte le singole azioni di tutto il mondo.

Questa possibilità è altamente inefficiente in quanto la lista di aziende da acquistare sarebbe lunghissima e le commissioni di fatto annullerebbero il rendimento.

  • Acquistare fondi comuni di investimento a gestione attiva.

Questi strumenti sono paragonabili ad un grande contenitore in cui viene riposto il denaro degli investitori. Il gestore del fondo andrà a selezionare le azioni delle aziende in modo da provare a battere il benchmark di riferimento, ossia provare ad ottenere performance superiori rispetto a quelle di mercato.

  • Acquistando degli Exchange Traded Funds (ETF);

Sono anch’essi dei grandi contenitori in cui ricadono i risparmi degli investitori, con la differenza che questi ETF investono in tutte le aziende più grandi di tutti i paesi del mondo, senza discrezionalità di un gestore attivo. La crescita del capitale investito in questo strumento rispecchia quindi la crescita del mercato nel suo complesso.

Escludendo la prima possibilità per via dei costi e dell’inefficienza, la seconda e la terza appaiono come le più abbordabili.

La seconda opzione appare in prima battuta interessante ma, dati alla mano, risulta non essere la migliore. In passato, il gestore attivo, su un orizzonte temporale di 10 anni, nel 96% dei casi non è riuscito a sovraperformare il mercato al netto dei costi. Sovraperformare il mercato, in termini di azionariato globale, è quindi molto difficile per un gestore attivo.

La terza opzione risulta quindi essere la più logica, sia in termine di costi sia in termine di qualità di risultati.

A questo punto, comprese le potenzialità dell’investimento diversificato mediante ETF, occorre approfondire altri aspetti inerenti al mondo degli investimenti, essenziali per avere una visione d’insieme completa su questo affascinante tema:

  • Gli obbiettivi di breve, medio e lungo termine.

L’investitore deve infatti comprendere perché vuole investire i propri capitali e con che finalità. Gli obbiettivi possono essere, ad esempio, permettersi un acquisto futuro o incrementare il proprio capitale ai fini di una vecchiaia più serena, di conseguenza, obbiettivi diversi hanno orizzonti temporali diversi e necessitano quindi di strumenti diversi.

Ad esempio, per obbiettivi di lunghissimo periodo come l’integrazione del capitale ai fini di una vecchiaia serena per un giovane, l’investimento azionario nell’azienda Mondo potrebbe essere la scelta giusta, andando a massimizzare la redditività dei propri risparmi. Ci tengo a ricordarti che i mercati non hanno una crescita lineare, bensì oscillano, soprattutto durante i periodi di crisi, e solamente il lungo periodo può assorbire le oscillazioni.

  • Il profilo di rischio dell’investitore.

Ogni persona ha un profilo di rischio differente da un’altra. Questo dipende dalla personalità, dal carattere, dall’età, dalle conoscenze e competenze e dal capitale.

Per comprendere il proprio profilo di rischio è spesso necessario avere accanto una guida, una figura competente in materia, che vada a valutare in modo oggettivo il profilo di rischio adatto all’investitore.

Nota bene: il profilo di rischio potrà essere modificato in corso d’opera, al variare di alcune delle condizioni sopra indicate.

Ricorda però che è fondamentale definire il proprio profilo di rischio prima di iniziare ad investire, così da evitare di incorrere in grossolani errori di investimento dettati da panico o stress.

  • La durata del Recovery Period

Il Recovery Period indica le tempistiche necessarie per recuperare le oscillazioni negative del proprio investimento. Conoscere, prima di investire, le tempistiche di recupero che potrebbe avere il proprio portafoglio è fondamentale, così da prepararsi mentalmente ad eventuali periodi in negativo, seguiti nel tempo da periodi in positivo.

Conoscere quindi il periodo di recupero, sapendo se ricade nell’ordine di un anno o cinque anni, è determinante, in quanto non tutti sono disposti a tollerare periodi prolungati con il portafoglio in perdita.

  • Le potenzialità sui mercati finanziari.

Le potenzialità sui mercati sono amplificate da quello che è l’interesse composto. Con interesse composto si intende il vantaggio di poter ricapitalizzare anche sui guadagni degli anni precedenti.

Non hai capito? Non preoccuparti, proverò ad essere chiaro con un esempio.

Se oggi investi 100 euro in modo diversificato sui mercati, in linea col tuo profilo di rischio, e hai un rendimento atteso del 10%, l’anno successivo avrai ottenuto un risultato complessivo di 110 euro.

I 110 euro, se per l’anno successivo ottengono un’ulteriore performance del 10%, non diventeranno 120, bensì 121 in quanto il 10% sarà guadagnato sui 110 euro iniziali.

L’anno successivo ancora i 121 euro saranno reinvestiti, portando così il nostro capitale ad un incremento potenziale maggiore rispetto al caso dell’interesse semplice.

Più passa il tempo, più il differenziale tra interesse semplice e composto aumenta. Quindi, più è lungo l’orizzonte temporale, più è efficace l’interesse composto, più il risultato potrebbe essere interessante.

A questo punto avrai capito come, soprattutto da giovane, investire potrebbe essere una grande opportunità, anche grazie all’interesse composto. Il vantaggio dei giovani è avere il tempo di dedicarsi alla propria prosperità finanziaria. Si possono ottenere obbiettivi grandi anche con pochi capitali iniziali, proprio grazie all’interesse composto. Ecco perché la conoscenza delle basi dei mercati finanziari è essenziale. Tale conoscenza, se accompagnata dalla guida di una persona esperta di mercati finanziari, è utilissima per evitarti di incorrere in errori di percorso.

Per capirsi, è come se non avendo mai fatto palestra, pretendessi di entrare ed allenarti bene, con la giusta sequenza e con i giusti tempi di recupero, senza l’aiuto di un personal trainer.

Ecco, nel mondo degli investimenti, il consulente finanziario svolge il ruolo del personal trainer in una palestra, oltre che essere un coach dal punto di vista psicologico. Infatti, più aumentano le somme disponibili da investire, più è necessario affiancarsi ad una persona competente e di supporto.

Il consulente finanziario, oltre che guidarti nel mondo degli investimenti comprendendo al meglio il tuo profilo di rischio, diventa una figura con la quale instaurare un rapporto di fiducia.

Perché avere un consulente finanziario già da giovani, nonostante i pochi capitali investiti?

Il consulente finanziario è una figura interessata alla crescita del tuo capitale e interessata a consigliarti gli strumenti adeguati al tuo profilo di rischio. Affidarti ad un consulente in età avanzata ha due svantaggi:

  • In futuro, qualora avessi ingenti capitali da investire, tutti i consulenti sulla piazza ti sembreranno essere amichevoli e pronti ad accoglierti sotto la loro ala protettiva, non permettendoti di scegliere quello più adatto al tuo profilo di rischio e alle tue esigenze.
  • Il legame con il consulente si costruisce nel tempo. Affidandosi in tarda età ad un consulente si hanno meno probabilità di costruire un rapporto solido e di fiducia. Tale fattore potrebbe avere un impatto negativo sui tuoi investimenti.

Quindi, anche dal punto di vista del consulente finanziario, il lungo periodo è essenziale per vedere sbocciare i clienti e capirne le potenzialità in connessione al loro profilo di rischio e ai loro obbiettivi.

Il consulente finanziario, per un giovane cliente, è quindi un investimento, una figura con cui instaurare un rapporto duraturo e di fiducia, i cui interessi sono allineati con i tuoi.

Questo approfondimento, in sintesi, dovrebbe averti lasciato tre importanti insegnamenti:

  • I mercati finanziari non devono far paura.

Sono logici, razionali e sono ciò che ti permetterà di riuscire ad essere finanziariamente una persona di successo se ne farai un corretto utilizzo.

  • Serve impegno, voglia, tempo e costanza.

I risultati non arrivano subito e da qui non si scappa.

  • Affiancarsi a qualcuno per fare esperienza sui mercati.

In momenti difficili, sono i legami a fare la differenza. Se c’è un legame forte tra consulente e assistito si hanno grandi probabilità di non perdere la retta via e non rovinare così la pianificazione finanziaria impostata.

Il consulente finanziario è da considerare come un’assicurazione per la gestione del tuo denaro, al fine di sfruttare al meglio le tue disponibilità di patrimonio.

In ultima analisi ricorda che la gestione del denaro farà parte della tua vita, infatti, prima o poi, ognuno è chiamato a fare delle scelte economiche. Conoscere le basi della gestione del denaro, e quindi dell’investimento, è essenziale.

Resto a disposizione per qualsiasi dubbio o domanda.

Hai dubbi sull'efficienza o la pianificazione del tuo portafoglio di investimenti? Clicca qui e compila il modulo!

Davide Berti, consulente finanziario

Se vuoi rimanere aggiornato sui contenuti finanziari in tempo reale seguimi sulla mia pagina instagram!

%MCEPASTEBIN%