Calcolatore di interesse composto

Stima il capitale finale, tieni conto del capitale investito e scopri gli interessi maturati in un determinato periodo di tempo dati il capitale iniziale, le aggiunte progressive e il tasso di interesse medio stimato.

Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido
Valore non valido

Istruzioni

Usare il calcolatore è molto semplice. Il calcolatore permette di stimare il capitale finale ottenuto dall'accumularsi degli interessi nel corso degli anni partendo da un capitale iniziale, aggiungendo eventualmente una cifra mensile o annuale in un certo periodo di tempo dato un certo tasso di interessi.

Legenda campi

  • Capitale iniziale: la cifra di partenza;
  • Aggiunte: possono essere annuali o mensili. Vengono aggiunte annualmente (moltiplicate per 12 se inserite come mensili) prima di calcolare gli interessi;
  • Anni di crescita: il numero di anni per i quali il capitale è lasciato maturare;
  • Tasso di interesse: il tasso di interesse medio stimato (Il risultato medio ottenuto dall'azionario globale è il 7%);
  • Calcola: dopo aver inserito i valori premere questo pulsante per calcolare i risultati;
  • Capitale finale: il capitale finale totale ottenuto alla fine del periodo di investimento;
  • Capitale investito: somma del capitale iniziale e di tutte le aggiunte effettuate durante il periodo di investimento;
  • Interessi maturati: il totale degli interessi maturati durante tutto il periodo di investimento.

Come funziona

Per i più tecnici e interessati vediamo come i risultati vengono calcolati da questo calcolatore.

Chiamiamo C il capitale iniziale e F il capitale finale. Supponiamo che R sia il tasso di interesse annuale e N il numero di anni di investimento. Ignorando momentaneamente le aggiunte, e capitalizzando gli intressi all'inizio di ogni anno, l'andamento del nostro capitale sarà come quello riportato in tabella:

Anno

Capitale a inizio anno

0

C

1

C + RC = C (1+R)

2

(C + RC) + R (C+RC) = C (1+R)2

...

....

N

C (1+R) N

Il nostro capitale cresce quindi, in funzione delle nostre variabili, secondo la formula

F = C (1+R)N

Supponiamo ora di aggiungere all'inizio di ogni anno, oltre che gli interessi maturati, anche A una nostra aggiunta progressiva. A seconda dei casi il momento delle aggiunte e la frequenza di capitalizzazione può cambiare. Nel nostro caso, per semplificare i conti, calcoleremo gli interessi come se le aggiunte (annuali o mensili) fossero tutte effettuate all'inzio dell'anno.

Il calcolo è lievemente più complesso; l'andamento del capitale nel tempo segue un nuovo schema riportato nella tabella successiva:

Anno

Capitale a inizio anno

0

C

1

(C+A)(1+R)

2

[(C+A)(1+R)+A](1+R)

...

....

N

C (1+R)N + A [(1+R) + (1+R)2 + ... + (1+R)N]

I termini dentro le parentesi quadre sono i termini di una serie geometrica di ragione (1+R). Il capitale finale può quindi essere espresso con la formula:

F = C (1+R)N + A [(1+R)N+1 - (1+R)]/R

Abbiamo così ricavato la formula utilizzata dal calcolatore. Ricordiamo che in questo caso semplice le aggiunte mensili queste vengono aggiunte tutte insieme all'inizio dell'anno.

Mission

In un mondo basato sulle dinamiche economiche, dove troppo spesso le conoscenze finanziarie sono limitate o assenti, verificare la professionalità di un consulente è necessario quanto difficile. Per questo affianco al mio lavoro questo progetto di consapevolizzazione.

Mission

In un mondo basato sulle dinamiche economiche, dove troppo spesso le conoscenze finanziarie sono limitate o assenti, verificare la professionalità di un consulente è necessario quanto difficile. Per questo affianco al mio lavoro questo progetto di consapevolizzazione.

Domande?Dubbi?Problemi?Leggi le Domande Frequenti!

Domande?Dubbi?Problemi?Leggi le Domande Frequenti!