Il metodo con cui Warren Buffett è diventato uno dei più grandi investitori di sempre

Difficoltà:

Tempo di lettura: 7 min

Warren Buffett è uno degli investitori più conosciuti al mondo che, nel corso di decenni di investimenti, ha costruito una vera e propria fortuna grazie alla tecnica del value investing. In questo approfondimento vedremo il metodo con il quale investe uno dei più grandi al mondo cercando di capire strategie e punti di forza di uno dei più grandi della finanza mondiale. Andiamo con ordine

Chi è Warren Buffett?

Warren Buffett è nato il 30 Agosto 1930 ad Omaha (Nebraska) ed è considerato uno degli investitori più importanti al mondo. Il suo patrimonio ammonta a 123 miliardi di dollari rendendolo il quarto uomo più ricco sulla terra. Viene definito ironicamente come l’Oracolo di Omaha data la sua bravura nello scegliere singoli titoli azionari (in inglese questa abilità viene definita “Stock Picking”).

Buffett compra le sue prime azioni all’età di 11 anni acquistando 3 azioni della Cities Service per 38 dollari: tale società operava nel settore dei servizi pubblici acquistando gas naturale e petrolio. 

Warren studiò alla Columbia Business School dove ottenne il titolo di Master of Science in Economia (l’equivalente della nostra laurea magistrale). Proprio alla Columbia conosce il professore Benjamin Graham, docente che diventò il suo più grande mentore. Graham scrisse il libro “The Intelligent Investor”, uno dei più famosi bestseller in ambito finanziario nel quale viene descritta la strategia d’investimento utilizzata da Buffet per la costruzione del suo portafoglio.

Finiti gli studi l’Oracolo di Omaha inizia a lavorare a New York in quello che è considerato il primo hedge fund (fondo speculativo) della storia mondiale: la Graham-Newman Corp. Il fondo è stato istituito da Graham e nel momento in cui egli decide di andare in pensione propone a Buffet di diventare socio della società. Buffett rifiutò decidendo di tornare nella sua città natale e di fondare la Buffett partnership. 

Nel 1962 Buffett acquista la Berkshire Hathaway, una società tessile quotata in borsa, e decide di fondere il proprio fondo all’interno di essa cambiandone la denominazione. Il suo storico socio e vice presidente della società che lo aiuterà a creare il suo impero è Charlie Munger. 

Il metodo d’investimento dell’Oracolo 

La tecnica utilizzata da Warren Buffett che lo ha reso famoso nella sua lunga carriera da investitore è il Value Investing. Questo metodo si fonda sull’analisi dei bilanci e del business della società che si vuole acquisire cercando di scovare aziende il cui prezzo per azione è molto scontato rispetto al loro valore intrinseco. 

Per capire meglio cosa si intende con valore intrinseco e valore di mercato di un’azione, il grafico 1 viene in aiuto. Il valore intrinseco rappresenta il prezzo che, secondo un attendo studio di bilanci, business e aspettative di crescita, un’azione dovrebbe avere. Il valore di mercato altro non è che il prezzo che l’azione ha in borsa, prezzo che si forma dall’incrocio tra domanda degli investitori per quell’azione e offerta.

Grafico 1 – Grafico che rappresenta il valore intrinseco (linea rossa) ed il valore di mercato (linea nera) in relazione al tempo ed al prezzo dell’azione.

160.1

Fonte: Affaridiborsa.it

Al fine di comprendere meglio il value investing e il concetto di valore intrinseco utile è analizzare una celebre frase di Benjamin Graham: “Il prezzo è ciò che paghi mentre il valore è ciò che ottieni”. 

Il Value Investing quindi si fonda sulla ricerca di una discrepanza tra il prezzo di mercato ed il valore fondamentale. Il valore fondamentale indica quanto una società può creare valore basandosi su:

  • Management aziendale competente e di livello
  • Aumento dei guadagni per gli azionisti
  • Evitare l’eccesso di debiti
  • Performance e margini della società in crescita

 

Buffet crede molto nell’investimento di lungo periodo e questo approccio derivi anche da un altro suo mentore, l’economista Fisher. Fisher come teoria d’investimento seguiva l’approccio di lungo periodo e decideva di vendere un titolo solo quando notava dei cambiamenti nei fondamentali della società detenuta oppure quando essa raggiunge la crescita massima possibile (https://davideberti.it/blog/l-analisi-fondamentale-spiegata-in-modo-semplice?highlight=WyJ3YXJyZW4iXQ==)

Un aspetto finora non considerato del metodo d’investimento di Warren Buffett è quello della psicologia ed emotività. Molto spesso l’investitore si lascia sopraffare dalle emozioni in periodi di incertezza e volatilità ed è in quei momenti che i migliori “value investor” (investitori che utilizzano la tecnica del Value Investing) come l’oracolo di Omaha scovano le migliori opportunità.

Il portafoglio d’investimento della Berkshire Hathaway 

Compreso il metodo di investimento di Warren Buffett vediamo il portafoglio di investimento della sua Berkshire Hathaway a fine agosto 2023. Il portafoglio d’investimento della società di Warren Buffet è composto da titoli azionari diversificati in vari settori di business. Le prime 10 azioni della holding di Buffett sono: 

  • Apple: 46,6%
  • Bank of America: 8,2%
  • American Express: 7%
  • Coca Cola: 6,4%
  • Chevron: 5,4%
  • Occidental Petroleum: 3,5%
  • Kraft Heinz: 3,1%
  • Moody’s: 2,3%
  • Mitsubishi: 1,6%
  • Itochu; Misui & Co.; Activision Blizzard: 1,2% (ciascuna)

 

Uno dei principi di Buffett prima di investire in una società è quello che quest’ultima dev’essere quotata in borsa da almeno un decennio in modo tale da poterne analizzare il valore e lo storico. Le azioni presenti nel suo portafoglio sono diversificate in vari settori ed inoltre non investe mai in società che dipendono da una sola materia prima. Questo principio deriva dal fatto che nel lungo periodo la società è troppo esposta all’andamento della materia prima dalla quale dipende.

Secondo il rapporto della Securities and Exchange Commission (l’organo di vigilanza americano) gli ultimi acquisti da parte della Berkshire Hathaway sono stati quelli di aumentare la propria partecipazione azionaria nel produttore di petrolio Occidental Petroleum detenendone il 24%.

Il portafoglio complessivo della holding è di 348 miliardi di dollari mentre la sua capitalizzazione di mercato (valutazione della società) è pari a 803 miliardi.

Warren Buffet è riuscito per moltissimi anni a “battere” l’indice S&P500 che rappresenta l’indice aggregato delle 500 società americane più importanti e capitalizzate. La sua bravura è stata quella di scegliere le migliori società e mantenerle nel lungo periodo.

Grafico 2 – Grafico che rappresenta il portafoglio della Berkshire Hathaway in confronto al S&P 500 negli ultimi 30 anni

160.2

Fonte: Political Calculations

Il grafico 2 mostra come Buffett (linea blu) abbia avuto dal 1987 al 2017 un ritorno annuo medio pari al 14,9% mentre l’indice di riferimento S&P500 (linea arancione) ha raggiunto un ritorno medio del 9,4%. 

Dall’immagine viene mostrato come avrebbe performato un investimento di100 dollari: seguendo la strategia della Berkshire Hathaway sarebbero diventati in 30 anni 8147$ mentre seguendo lo S&P500 sarebbero diventati “solo” 1737$. 

Conclusioni e riflessioni su uno dei più grandi investitori di tutti i tempi. 

Warren Buffett ha rivoluzionato il mondo degli investimenti e la sua società ha sovraperformato l’indice di riferimento sin dalla sua nascita. La bravura nelle analisi dei singoli titoli e del contesto macroeconomico gli ha concesso la nomea di miglior investitore di tutti i tempi. 

Buffet si posiziona tra le prime 10 persone più ricche al mondo (attualmente ricoprendo la 4° posizione). Ogni investitore prende spunto dal suo metodo d’investimento nonostante ciò risulti difficile. La difficoltà sta nel fatto che per la maggior parte degli investitori l’emotività risulta essere determinante nelle scelte d’investimento ed inoltre le esigenze personali e specifiche non consentono a tutti di mantenere un investimento così a lungo.

Fondamentale è ricordare come un portafoglio formato interamente da azioni come quello della Berkshire Hathaway non è adatto a tutti i profili di rischio e a tutti gli orizzonti temporali, motivo per il quale provare a copiare Warren Buffett senza prima aver determinato la propria propensione al rischio potrebbe portare ad ingenti perdite dettate dall’emotività

Resto a disposizione per qualsiasi dubbio o domanda.

Hai dubbi sull'efficienza o la pianificazione del tuo portafoglio di investimenti? Clicca qui e compila il modulo!

Davide Berti, consulente finanziario

Se vuoi rimanere aggiornato sui contenuti finanziari in tempo reale seguimi sulla mia pagina instagram!

Le basi degli investimenti

Prima di investire in qualsiasi modo è fondamentale conoscere i pilastri dell'investimento. Non bisogna fondare le proprie scelte su impressioni o percezioni date dal "sentito dire". Delle solide basi sono necessarie per poter decidere razionalmente come gestire e investire il proprio denaro e come influenzare profondamente il proprio futuro.

Gli ultimi articoli dal blog

  • Come la banca centrale influenza i tuoi investimenti 2024-07-10

    Gli ultimi anni sui mercati finanziari ci hanno insegnato il ruolo fondamentale delle aspettative e l’impatto che hanno sui corsi dei mercati azionari e obbligazionari. In questo approfondimento andremo ad analizzare cos’è e come potenzialmente influenza l’andamento dei tuoi investimenti una banca...

    Leggi tutto …

  • Storie di grandi investitori: John Bogle 2024-07-03

    “John ha fatto più per l’intera comunità degli investitori americani di chiunque altro io conosca.” Queste sono le parole che Warren Buffett ha riservato a John Bogle in un’intervista alla CNBC poco dopo la sua scomparsa. Fondatore del Vanguard Group, John Bogle ha gettato le basi per un nuovo...

    Leggi tutto …

  • Spiegazione tecnica del film “Margin Call” 2024-06-26

    Il mondo della finanza è spesso rappresentato come un terreno fertile per storie intriganti e cariche di tensione ma pochi film catturano questa atmosfera tanto bene quanto " Margin Call ".

    Leggi tutto …

  • Short selling: cos’è e quali i rischi comporta 2024-06-19

    Molti investitori cercano di trarre profitto acquistando azioni ad un prezzo basso per poi rivenderle ad un valore più alto. Sul mercato, però, esistono anche operatori che fanno l’esatto opposto: ottenere guadagni dalle azioni che diminuiscono di valore. Tale pratica prende il nome di “short...

    Leggi tutto …

Mission

In un mondo basato sulle dinamiche economiche, dove troppo spesso le conoscenze finanziarie sono limitate o assenti, verificare la professionalità di un consulente è necessario quanto difficile. Per questo affianco al mio lavoro questo progetto di consapevolizzazione.

Mission

In un mondo basato sulle dinamiche economiche, dove troppo spesso le conoscenze finanziarie sono limitate o assenti, verificare la professionalità di un consulente è necessario quanto difficile. Per questo affianco al mio lavoro questo progetto di consapevolizzazione.